la brezza della sera che accarezza con le sue dita aperte i capelli della siepe, i boccioli timidi delle rose e quelli rossi già orgogliosi del loro turgore

e le ultime scie di luce che ondeggiano prigramente su tutto ciò che vedo,

tutto culla ed è cullato, me compresa

ed è meraviglioso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...