Sarvè bhavanthu sukinah: che tutti siano felici.

Questa prima frase indica che la felicità e il bene sono alla base della materia stessa dell’Universo, sono la matrice dell’Universo.

L’augurio di felicità a ogni essere sviluppa un sentimento d’identità con il prossimo.

Quando la mente è immersa in pensieri positivi, allora tutti i buoni aspetti della nostra personalità emergono.

Non c’è azione, preghiera o mantra che ci possa dare la felicità: solo il desiderio del cuore e l’amore per il creato possono farcela percepire.

Chi riesce a vivere questo sentimento, diviene padrone delle proprie azioni e dei propri sensi.

Non sono le circostanze esterne a determinare la nostra condizione di felicità, ma la nostra dimensione interna e l’abitudine a ricreare all’esterno una condizione di luce o d’ombra, simile a quella del nostro animo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...